Pittura astratta: so farlo anch'io

Pittura astratta: so farlo anch'io

La pittura astratta abbandona la forma e quindi l'esperienza visiva, e dà libero e infinito spazio ai colori e alle emozioni.

Spesso le persone hanno giudicato dei quadri astratti dichiarando: "so farlo anch'io...che è sta robaccia"... beh non tutti hanno una profonda sensibilità per comprendere e per emozionarsi di fronte a un quadro astratto. Siamo fortemente legati alle immagini di cose reali che ci infondono sicurezza e  protezione, le riconosciamo e quindi non ci sentiamo in pericolo.... l'astrattismo abbandona ogni sicurezza e si inoltra in campi della mente sconosciuti, i colori inondano il nostro senso più inquinato cioè la vista, quella che anche se non sei cieco a volte la usi così male da non notare le meraviglie che ti  passano accanto. 

Vedere ed emozionarsi e capire non sono azioni tanto banali, ci vuole sentimento, presa di coscienza, libertà d'animo...e poi non tutti i quadri astratti sono belli ...ce ne sono alcuni che : "ma che robaccia è? Non lo so fare davvero!"


Scrivi commento

Commenti: 0